Live Report Hospitality Day

Il futuro del sito web non è il sito web

11 ottobre. Rimini. Meeting, incontri, presentazioni ed eventi speciali.

È il giorno dell’Hospitality Day. Uno degli eventi italiani di riferimenti per il settore turistico.

Zeppelin è Diamond Partner dell’evento e Matteo Toresani – il nostro Country Manager per l‘Italia – ha appena terminato il suo speech “Il futuro del sito web non è il sito web”.

Vi raccontiamo assieme a lui com’è andata. 

 

1. Ciao Matteo! 250 persone hanno voluto assistere al tuo intervento. Ci racconti il motivo di tanto interesse?

Per ogni struttura ricettiva l’imperativo è ottimizzare le modalità in cui si raccolgono e si utilizzano i dati dei propri clienti e dei potenziali tali. 

Un CRM - „Customer Relationship Management“ permette di gestire e migliorare questi processi. 

Il risultato sarà ottimizzare la relazione tra il cliente. 

Prima del soggiorno per convincerlo in modo avvicente. 

Durante il soggiorno per comunicare in modo completo. 

Al ritorno a casa , per stimolare il passaparola e creare un ricordo positivo per far tornare il cliente in futuro.

 

2. Un CRM in che modo risponde a questo bisogno?

Prima di tutto è fondamentale raggiungere le persone giuste al momento giusto. 

Questo sembra facile, ma in realtà non lo è per niente. 
Affidarsi alle capacità dello staff e all’esperienza dell’albergatore non basta più. 

Tramite la tecnologia è possibile conoscere le caratteristiche e necessità del cliente, sia esso marginale, abituale, potenziale o fidelizzato. 

Ciò permette di differenziare l‘offerta in base alla tipologia di cliente e di conseguenza offrire contenuti rilevanti nei momenti rilevanti.

 

3. La tecnologia attuale permette di fare tutto ciò?

Al momento no, non c’è (ancora) un unico strumento per realizzare completamente questo processo. 
Nella visione di Zeppelin non può neanche esserlo un Sito web, da qui il titolo dello speech. 

Però ci stiamo lavorando, in quanto questa è la visione di Zeppelin per il prossimo e immediato futuro. 

A partire da strumenti come ReGuest sarà possibile attuare questo obiettivo.
 
Puntare su comunicazione interattiva e istantanea per comunicare al momento giusto. 

Avere dati sempre più precisi e storico su ogni richiesta per comunire nel periodo giusto. 

Creare offerte avvincenti e personalizzate per comunicare la giusta offerta. 

Personalizzare ogni comunicazione: una sfida senza dubbio interessante!

 

Volete saperne di più?

Contattate Matteo. Come sempre, Good Vibes & Brain Food 

 
 
 
 
 
Share
 
 
 
Ritorna al magazine
 
 
 
Good Vibrations
 
 

Utilizziamo i cookie per assicurarti una migliore esperienza sul nostro sito. Utilizziamo inoltre anche cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la nostra Cookie PolicySe prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti automaticamente all’utilizzo dei cookie.