Know how

RECAP Conversion Summit 2014 - Part 1

Anche quest’anno, per la quinta volta, Webarts ha organizzato il Conversion Summit a Francoforte. In questo contesto s’incontrano i più grandi esperti di CRO e webmarketing, per condividere le loro esperienze e punti di vista sui temi più attuali del settore. Il tema principale di quest’anno è stato: “The future of marketing”. Eccovi la prima parte del nostro RECAP, buona lettura!
 
Per ottimizzare le conversioni, ha spiegato John, non bisogna focalizzarsi solamente a produrre contenuti sul prodotto, ma bisogna strutturare una comunicazione su più livelli che vada ad incontrare i vari stati mentali del cliente:
  • “Unaware”: il cliente non sa ancora nulla
  • “Problem aware”: il cliente è al corrente di avere un problema / fabbisogno
  • “Solution aware”: c’è una soluzione a questo problema
  • “Product aware”: la soluzione a questo problema è un prodotto
  • “Most aware”: voglio comprare il prodotto a tutti costi
Secondo John la “to do list” per un content marketing di successo è la seguente:
  1. Attenzione a comunicare nel linguaggio del cliente
  2. Comunicare solamente quando si ha effettivamente qualcosa da dire: il content marketing non è un qualcosa da dover fare a tutti i costi
  3. Quando qualcosa non funziona, bisogna cambiare strategia e capire che cosa interessa o non interessa al proprio target

The Future of Marketing Optimization, Chris Goward
Chris Goward, fondatore e CEO dell’azienda americana Widerfunnel ha presentato dei test pratici per poi riflettere sui risultati assieme al pubblico.

Si è soffermato soprattutto sulla differenza tra un completo redesign e un’ottimizzazione continua di un sito web. Nel secondo caso vengono testate tutte le nuove ottimizzazioni e portate avanti passo dopo passo. Al centro di tutto questo processo Chris pone la domanda: “Che cosa voglio ottenere con questo test?”. Ha evidenziato come nella fase di testing sia molto più importante sapere che cosa si vuole testare piuttosto che ottenere dei risultati a cui cercare di dare una risposta successivamente. È perciò molto importante formulare le ipotesi corrette. In questa fase è inoltre fondamentale testare non solo il design, ma anche i contenuti di un sito web. Alla domanda di quale sia il miglior tool per eseguire i test, Chris ha risposto “Il cervello umano”, per sottolineare quanto sia importante pensare quest’operazione prima di effettuarla.

Alla base dei test sui contenuti, sta la domanda fondamentale: “Qual è lo scopo dell’azienda?”. Il cosiddetto “value of proposition”, ovvero la competenza principale dell’azienda e quella del prodotto, che devono essere comunicate in modo chiaro al cliente che deve capirne l’importanza.

Qual è la formula del successo? Nel marketing e soprattutto per la conversione, si gioca tutto in un’alchimia di analisi, una chiara strategia e l’ottimizzazione operativa. Ogni azienda deve cercare e trovare il suo modello vincente.
 
 
Share
 
 
 
Ritorna al magazine
 
 
 
Good Vibrations
 
 

Utilizziamo i cookie per assicurarti una migliore esperienza sul nostro sito. Utilizziamo inoltre anche cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la nostra Cookie PolicySe prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti automaticamente all’utilizzo dei cookie.